Chi Siamo


Vivai Tozzi s.s. di Antonio Tozzi, opera in campo agricolo da sempre.

Vivai Tozzi“L’amore per la terra e la passione per i suoi frutti”, questi sono i valori tramandati da Antonio ai suoi figli, attivi nel settore vivaistico da circa dieci anni, garantendo serietà, selezione e qualità nella produzione di piantine da orto.

Vivai Tozzi s.s. è un’azienda gestita da uno staff giovane e ambizioso, esperto nella produzione di piantine da orto in contenitori di polistirolo da 220, 190, 120, 91, 60, 40. Oltre ad una vasta gamma di piante aromatiche e orticole prodotte in vaso.

Nella nostra azienda vengono utilizzate avanzate tecniche di coltivazione, seminatrici automatiche, sistemi di irrigazione e trattamenti delle acqua computerizzati di ultima generazione, da cui derivano piante sane ed uniformi che soddisfano la domanda industriale.

Collaboriamo inoltre con i tecnici di alcune case sementiere leader nel mondo, cercando di individuare le sementi migliori per assicurare un’elevata produzione, qualità e resistenza della pianta.

L’azienda dispone di un punto vendita di piantine per orto, offrendo ai suoi clienti prodotti di prima qualità. Inoltre, propone fertilizzanti anche naturali, piantine semenzali, piante da vivaio e semi. Per la vendita al dettaglio disponiamo di esperti pronti a consigliarvi le qualità migliori per qualsiasi tipo di produzione (solanaceae, brassicacee, curcubitaceae, erbacea annuali ecc. ecc.) proponendo varità ibride, F1 e piante innestate prodotte in loco che assicurano un rapido attecchimento e elevata produzione, oltre alla qualità autoctone che conserva gelosamente come il peperoncino verde “friariello”, il pomodoro “del vesuvio”, la melanzana “lunga di napoli”, minestra di “torzelle” e tante altre qualità.

 

 

Dove siamo:

L’azienda sorge ad ovest di San Tammaro (CE), nei pressi della “Reale Tenuta di Carditello” costruita dall’architetto Francesco Collecini, allievo e collaboratore di Luigi Vanvitelli. La Reggia di Carditello ospitava una dinamica azienda agricola, specializzata nella produzione di prodotti agricoli e caseari, situata a metà strada tra Napoli e Caserta, in via Foresta a Carditello, La Reggia era utilizzata da Carlo di Borbone (1751-1825) come residenza di caccia e allevamento di cavalli, poi trasformata per volontà di Ferdinando di Borbone (1751-1825) in una fattoria modello per la coltivazione di grano e l’allevamento di razze pregiate di cavalli e bovini. Carditello, inoltre, era uno dei siti reali che si fregiava del titolo di “Reale Delizia” perchè offriva una piacevole permanenza al re e alla sua corte per le particolari battute di caccia che i numerosi boschi, ricchi di selvaggina, permettevano.

Senza-titolo-1